Home Moda Outfit
Outfit curvy e plus size a cura della redazione di Donne con le CURVE

0 215

Siamo sincere, per quanto possiamo essere consapevoli e sicure di noi stesse, ci sono sempre delle situazioni che ci mettono in crisi, in cui la nostra autostima vacilla sotto il peso del timore del giudizio altrui.

Un colloquio di lavoro, il primo
appuntamento con il tipo che ci piace, conoscere i futuri suoceri, un evento importante… tutte occasioni che prevedono il ‘fare una buona impressione’ e che riescono a risvegliare le nostre insicurezze e i pensieri più destabilizzanti: “fossi più magra gli piacerei sicuramente” (e allora perchè ti ha chiesto di uscire? Non è che per caso gli piaci GIÀ?), “devo perdere tre chili prima del colloquio” (meglio impiegare il tempo a studiare l’azienda) e avanti di questo passo.

Se simili amenità attraversano la vostra mente siete nel posto giusto per un bel reset del cervello, ché qui le curve piacciono e anche molto, ma se avete bisogno di un vademecum ecco pochi semplici consigli per affrontare al meglio l’ansia da occasione speciale!

Primo appuntamento:
* La regola universale, valida sempre e comunque, è di restare fedeli a sé stesse. Certo, vogliamo dare il meglio di noi, ma inutile barare e spacciarsi per ciò che non si è.
* Questo vale anche per l’abbigliamento: scegliamo uno stile che sentiamo nostro, ché a fare le vamp se siamo sempre in sneakers risulteremmo solamente impacciate e non c’è niente di meno sexy di una ragazza poco a suo agio che barcolla sui tacchi o passa tutto il tempo a sistemarsi la minigonna. Non dico di presentarsi in tuta da ginnastica ma meglio scegliere qualcosa che ci faccia sentire sicure di noi stesse, perché durante l’incontro avremo altro a cui pensare (per esempio sostenere una conversazione brillante e divertente).
* Altrettanto importante è cosa mettere sotto i vestiti. Siamo tutte brave ragazze che al primo appuntamento non concedono altro che un bacetto, ma meglio partire preparate e scegliere l’intimo giusto, ché la carne è debole e non si può mai sapere come evolve una serata. Se vi viene la tentazione di mascherare la pancetta con l’intimo contenitivo non fatelo, desistete! Bridget Jones è una finzione e nessuna risulta simpaticamente seduttiva coi mutandoni, senza parlare poi dei bassorilievi che quegli strumenti di tortura lasciano incisi sulla nostra ritenzione idrica.
* Infine, se usciamo a cena, ordiniamo quello che ci piace e mangiamo con naturalezza, ché tanto non ci crede nessuno che viviamo di aria e due foglie di lattuga. I tempi di Rossella O’Hara (ricordate? Tu mangiare come uccellino) sono ormai lontani e, senza arrivare all’estremo di fare la scarpetta sul suo piatto, non dobbiamo aver paura di mostrarci mentre mangiamo con piacere, anche se abbiamo qualche chilo in più. Una ragazza che mangia allegramente è molto sexy e fa ben sperare sugli appetiti di altro genere!

 

Colloquio di lavoro:
* Anche in questo frangente, ansiogeno per chiunque, sentirsi a proprio agio è fondamentale; quindi, via libera ad outfit testati e che sentiamo nostri.
* A meno che l’ambiente di lavoro non sia dichiaratamente informale e creativo è preferibile optare per un completo giacca-pantaloni o un classico tailleur – sobrio, rassicurante ed elegante – scongiurando l’anonimato con dei guizzi fantasiosi sugli accessori, come una cintura colorata, una borsa ricercata o delle scarpe originali.
* In tutti i frangenti, ma soprattutto in ambito lavorativo, facciamo molta attenzione a scegliere la taglia giusta. Non temiamo un numero su un cartellino che tanto leggiamo solo noi: è molto meglio una cifra in più che presentarsi al nostro futuro datore di lavoro strizzate in camicette che esplodono o in pantaloni che segano i fianchi e fanno strabordare lo stomaco.
* Su noi curvy, la giacca può presentare dei problemi di vestibilità: per riuscire ad abbottonarla dobbiamo spesso comprare una taglia in più, il che comporta tutta una serie di sproporzioni e lunghezze sbagliate. In questo caso, facciamo accorciare le maniche perché risultino lunghe il gusto e la giacca sembri cucita su misura (la sartina deve diventare la nostra migliore amica)!
* Avete presente il telefilm Drop Dead Diva? Brooke Elliott (nella foto) sfoggia una serie di look da ufficio da cui tutte possiamo prendere spunto, sobri ma colorati e per nulla banali.

copiamo-il-look-di-drop-dead-diva-outfit-curvy-da-lavoro-plus-size

Infine, che si tratti di svago, lavoro o amore, vi consiglio di sorridere sempre – in ogni occasione – perché, si sa, il sorriso è la curva più bella del corpo di una donna.

Social

1,891FansLike
0FollowersFollow
16SubscribersSubscribe

Dal Magazine

2 241
Adoro Instagram! Chi non lo adora? Un social network interamente dedicato alla fotografia che molte amanti della moda utilizzano non solo come \"album dei ricordi...

Cultura

0 224
\"Non è il tuo corpo ad essere sbagliato, è il vestito!\". Questo è il motto su cui Anna ha fondato il suo blog, Moda per...

Food

1 146
Il fatto che una gentil fanciulla indossi una taglia considerata over o plus, diretta conseguenza dei centimetri di giro vita-fianchi-cosce ecc, non significa necessariamente...